Alberico Lemme, chi è veramente il dietologo dei VIP?

La dieta più contestata di tutti i tempi? Senza dubbio è quella ideata da Alberico Lemme, un farmacista che da qualche anno fa parlare di sé l’intera comunità scientifica.

La dieta Lemme è composta da un mix di sostanze nutrienti che saziano e allo stesso tempo hanno poche calorie. In questo modo si riesce a perdere peso in un tempo decisamente breve ed è proprio questo che ha decretato il successo del regime alimentare. D’altro canto i “ma” sono talmente tanti che bisogna prendere con le pinze la validità di questo approccio.

Sono tre i capisaldi della dieta: niente pane, niente zucchero e niente sale. Si tratta di elementi necessari all’organismo umano, quindi, com’è facile desumere, le critiche della comunità scientifica italiana sono pesantissime.

Prima di ogni cosa, l’apporto di sostanze nutrienti è troppo basso e potrebbe portare in poco tempo allo sviluppo di disturbi alimentari come l’anoressia. Non è vista di buon occhio, inoltre, la bipartizione categorica tra cibi permessi e cibi vietati, che impedisce all’organismo di attingere da tutti i nutrienti necessari al suo fabbisogno. Ancora, la dieta di Alberico Lemme prevede una colazione decisamente pesante a base di carboidrati; del resto pensare alla pasta a colazione, cotta senza sale, richiede stomaco.

Secondo l’ideatore della dieta, che spiega le sue scelte come una vera filosofia, si tratta di uno stile di vita più sano rispetto a quello cui siamo abituati. Deve dirsi comunque che il dott. Lemme prescrive la sua dieta solo previo superamento di un test che indica l’attitudine del paziente a seguire questo regime alimentare.

NON PERDERTI  Quanto vale il lavoro di una mamma? Calcola il tuo stipendio!

Ma chi è veramente Alberico Lemme?

Meglio conosciuto come dietologo dei VIP, ultimamente ha fatto perdere decine di chili a Flavio Briatore. Inoltre lo seguono personaggi noti come Lorella Cuccarini, Silvio Berlusconi, Paola Perego e Romina Power.

In realtà il dott. Lemme non è un dietologo ma un farmacista. La sua è una filosofia alimentare molto particolare. Uno dei suoi motti? “La frutta e la verdura fanno ingrassare. D’altronde, ha mai visto un elefante magro?”. Invece l’olio e il burro farebbero dimagrire.

Decisamente inedito è l’approccio con i suoi pazienti, che il dottore è solito chiamare “ciccioni” e che una volta a dieta diventano suoi “cadetti”. Dalle sue stesse parole si apprende che il suo “benvenuto” al nuovo paziente è un laconico “Che ciccione, mi fai schifo”. Il suo modo di porsi – i pazienti devono obbedirgli in modo assoluto – ha portato qualcuno a volerlo picchiare.

Alberico Lemme segue il c.d. ciclo circadiano che monitora la produzione degli ormoni nel corso delle 24 ore. Bisogna mangiare ad orari precisi: colazione non oltre le 9, pranzo tra le 12 e le 14, cena dalle 19 alle 21. Ogni orario infatti produce ormoni specifici. Per questa ragione, il paziente – cadetto deve chiamare ogni due giorni per comunicare la perdita di peso e come si sente.

NON PERDERTI  Disturbi mentali: sono 164 milioni gli europei colpiti

Un esempio?

Se si vuole perdere più di 1 chilo in due giorni, il menu prevede una colazione a base di spaghetti olio e peperoncino, una frittata con noci e cipolle a pranzo e un coniglio anche intero a cena. Il tutto, senza sale.

Per dimagrire, secondo Lemme, occorre liberarsi delle calorie e pensare esclusivamente che il grasso dipende dall’insulina. E’ sufficiente non produrla per dimagrire. Per questa ragione il limone è particolarmente apprezzato: stimola l’ adrenalina, questa attiva la lipolisi e i trigliceridi vengono metabolizzati all’interno del tessuto adiposo. Per lo stesso motivo frutta e verdura sono da eliminare: l’erba stimola la produzione di insulina ed è questa che fa ingrassare.

Ancora, Lemme avrebbe studiato una dieta speciale per i vegetariani, una cura alimentare per il diabete e un regime specifico per i gay.

Nonostante le fortissime critiche, il dietologo dei VIP non si scompone. Il suo motto è “Dio ti crea, Lemme ti modella” ed è fermamente convinto di avere scoperto il futuro della dietologia mondiale.

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche:

Un articolo di Redazione Spazio Donna pubblicato il 06/01/2018 e modificato l'ultima volta il 24/05/2019