Curiosità

Creata la prima bevanda analcolica che ti ubriaca, ma senza effetti collaterali

Quante volte dopo una serata passata con gli amici, ci siamo trovati a smaltire una bella sbornia, che ci ha causato vomito o un gran mal di testa la mattina dopo. Tutti noi abbiamo sempre sognato una bevanda analcolica che ti ubriaca, ma senza effetti collaterali. Oggi finalmente questo sogno sta diventando realtà.

Alcosynth la nuova bevanda analcolica che ti ubriaca, ma senza effetti collaterali

Si chiama Alcosynth ed è stato creato da uno scienziato britannico, simulando gli effetti come euforia e disinibizione, ma senza i temuti effetti collaterali dell’alcol

Ha realizzare questa nuova bevanda è il professor David Nutt. Famoso scienziato nel Regno Unito, un professore presso l’Imperial College ed ex membro del Consiglio consultivo per Abuso di sostanze stupefacenti del governo britannico.

Ha introdotto una bevanda che simula tutti gli effetti dell’ alcol (come euforia e disinibizione) ma senza causare una sbronza o influenzare il tuo corpo.

Il suo nome è Alcosynth con esso si evita gli effetti collaterali come nausea o il terribile mal di testa post-sbornia, e ovviamente anche elimina i danni che l’alcol può dare alla salute.

LEGGI ANCHE  L'antica formula segreta della preghiera per togliere il malocchio

Questa nuova bevanda È stata anche mescolata con altri ingredienti per preparare dei cocktail:
“È molto buono nel mojito”, ha detto David Nutt a The Independent.

Lo studioso britannico ha già brevettato 90 tipi di Alcosynth e spera che nel 2050 il resto degli altri alcolici siano scomparsi; dal momento che li considera più pericolosi per la società di crack o eroina.

La bevanda non è composta da alcuna sostanza chimica nociva secondo Nutt. Ora rimane solo da rifinire il prodotto completo, con la sua bottiglia, per essere approvato dalla massa.

Si stima che entro 3-5 anni sarà commercializzato in tutto il pianeta.
“Ovviamente, ci saranno test per verificare che la molecola sia sicura. Dobbiamo dimostrare che è diverso dall’alcol e che non produce tossicità come l’alcool “

Una sfida che è iniziata per lo scienziato che spera che resto sia alla portata di tutti.