News e Società

Calamite da frigo: provocano il cancro? Ecco la verità

Da qualche giorno gira sui social la notizia che le classiche calamite da frigo, quelle che tutti noi compriamo e magari regaliamo a parenti e amici come gadget per ricordare un viaggio, sarebbero nocive per la salute. Addirittura, le nostre simpaticissime calamite personalizzate provocherebbero il cancro. Sarà vero?

Calamite da frigo sotto accusa: ecco la verità

Da dove è nata questa notizia e come si è divulgata? Tutto nascerebbe da uno studio condotto dall’Università di Princeton: le calamite produrrebbero una radiazione elettromagnetica capace di alterare la composizione dei cibi all’interno del frigorifero, rendendoli cancerogeni.

Insomma, roba da far gelare il sangue a tutti coloro che hanno il frigorifero pieno di magneti personalizzati. Per fortuna la smentita è arrivata praticamente subito.

È stato l’ISS (Istituto Superiore della Sanità) in una pubblicazione raggiungibile al sito web Issalute.it che ha rivelato il falso allarme: la storia della calamita cancerogena è palesemente una fake news. Ed è bastato verificare che la fantomatica Università di Princeton non è mai esistita.

NON PERDERTI  Triclosan bandito negli USA. Ecco i dentifrici e i detergenti che lo contengono

Nel frattempo, però la notizia “allarmistica” con origine negli Stati Uniti ci ha messo poco a fare il giro del mondo, grazie ai social e in particolare a whatsapp.

La bufala ricorda tanto quella associata ai forni a microonde, che ha demonizzato questi elettrodomestici perché il loro uso modificherebbe la composizione dei cibi rendendoli cancerogeni.

Magneti da frigo e radiazioni elettromagnetiche

Calamite da frigo o meno, la verità comunque è che noi siamo quotidianamente immersi nelle radiazioni elettromagnetiche. Possiamo anzi dire che i campi magnetici costituiscono ormai il nostro habitat naturale.

Queste fonti possono essere di tipo naturale – come il campo magnetico terrestre e l’elettricità dell’atmosfera – o artificiale – antenne radio, tv, cellulari e dispositivi associati – contribuiscono al riscaldamento dei tessuti; sembra però che il loro impatto sia troppo lieve per poter causare danni.

Sono numerosi gli studi scientifici che hanno rivelato che le onde elettromagnetiche non aumentano il rischio cancro; ma sarà veramente così?

In ogni caso la rcerca non si ferma e gli studi per verificare i danni da esposizione a radiazioni elettromagnetiche continuano; restano sotto accusa l’espozione di lungo periodo a dispositivi cellulari o alle antenne poste sui palazzi. Rimane ancora da chiarire se la connessiona WIFI fa male: rimandiamo l’argomento all’articolo in cui ce ne siamo occupati.

NON PERDERTI  Sunburn Art: il pericolo corre sui social

Per quanto riguarda i magneti da frigo, ad ogni modo, possiamo stare tranquilli. L’unico rischio per le calamite, soprattutto per quelle a forma di frutta e di piccole dimensioni, è che possano attirare l’attenzione dei bambini ed essere inserite in bocca con rischio di soffocamento.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo sui tuoi social!