Coronavirus: quando potremo uscire di casa? Risponde l’esperto

Sconosciuto ai più fino a qualche tempo fa, Pierluigi Lopalco, epidemiologo di fama mondiale sta avendo nell’ultimo periodo una forte popolarità per via delle sue altissime competenze sull’argomento Coronavirus. Epidemiologo dell’Università di Siena, il dott. Lopalco è stato tra i primi a capire in anticipo quelle che poi sono state le conseguenze del Covid-19. La domanda allora è d’obbligo: in piena emergenza Coronavirus, quando potremo uscire di casa?

Coronavirus: quando potremo uscire di casa?

Intervistato, alla domanda su quando potrebbe essere il picco della curva dei contagi da Coronavirus, il dott. Lopalco ha cosi risposto: “Due, tre giorni dopo che osserveremo scendere la curva in maniera costante potremo dire che c’è stato il picco. Non ha alcun senso oggi poter fare delle previsioni: i modelli previsionali sul Covid19 sono oggi come le previsioni del tempo. Funzionano a 24 ore, son buoni a 48 ma già dopo le 72 ore non sono più affidabili. Le variabili in gioco sono così tante che rendono impossibile una previsione che vada al di là dell’immediato. Chi lo fa o ha una sfera di cristallo o strumenti di calcolo che io non conosco“.

Quindi non sappiamo ancora quale sarà o se c’è già stato il giorno di picco che tutti aspettiano; sta di fatto che i dati di oggi e quelli di ieri ci confermano un trend in decrescita. Dunque, se la situazione nei prossimi giorni dovesse essere confermata, avremo già avuto il tanto auspicato picco di contagio giorno 21 Marzo.

NON PERDERTI  Creata la prima bevanda analcolica che ti ubriaca, ma senza effetti collaterali

Alla domanda di quanto durerà ancora, Lopalco ha risposto:
Non poco. Su questo bisogna essere molto chiari con la gente. Ho sentito dire cose incredibili anche a chi ha la responsabilità del ruolo: il ministro dello Sport ha dichiarato che il campionato di calcio potrebbe riprendere ai primi di maggio, “a porte aperte o a porte chiuse”. Ma di che parliamo? Prima di ottobre penso sarà impossibile riavere gente allo stadio. La mia previsione è che le misure restrittive dureranno almeno fino all’estate: ci potrà e dovrà essere una mitigazione delle misure, torneremo a lavorare, a uscire, ma si dovrà fare tutto con molta calma e cautela“.

Secondo lo specialista, dovremmo quindi pazientare ancora un po’ prima di vedere finalmente la luce. Addirittura si parla dell’estate, quindi di quasi 3 mesi. Non sappiamo se resteranno efficaci le disposizioni del Decreto Io Resto a Casa; sembra ormai chiaro che le misure fino al giorno X saranno sempre più lievi.

Cosa pensi di queste dichiarazioni? Come stai vivendo il periodo di restrizione?

Un articolo di Redazione Spazio Donna pubblicato il 23/03/2020 e modificato l'ultima volta il 23/03/2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *