Digitopressione: premere le dita per pochi secondi produce questi effetti

In pochi conoscono nel dettaglio l’agopuntura, e forse in pochissimi sanno che la mano è ricca di punti che se stimolati possono innescare meccanismi in grado di guarire da molte patologie. La digitopressione sui punti agopuntura aiuta inoltre a trovare sollievo immediato per una serie di problemi più o meno gravi.

La tecnica di stimolazione dei punti di pressione della mano, detta anche riflessologia palmare, è efficace come le altre. Chiaramente, se la riflessologia plantare è più diffusa una ragione c’è: e infatti, i punti di pressione del piede sono più in superficie e dunque la loro stimolazione è più agevole.

Possiamo in ogni caso trovarci in circostanze in cui non è possibile rivolgerci ad un chiropratico o esperto Shiatsu; in questo caso, la riflessologia sulla mano è senza dubbio più semplice; essendo meno efficace può essere messa in pratica in qualsiasi momento, senza l’ausilio di un chiropratico o comunque di una persona che ci stimoli.

Digitopressione mano: la tecnica 

Vediamo come esercitare la digitopressione sui punti della mano.

NON PERDERTI  10 sintomi che ti faranno capire se hai problemi alla tiroide

Prima di praticare la digitopressione occorre rilassarsi. Chiudiamo gli occhi e focalizziamoci sul respiro; 5 respiri lenti e profondi aiuteranno a predisporci in maniera ottimale nei confronti del massaggio alla mano.

Pollice

Il pollice, secondo la riflessologia, è legato ai polmoni ed al cuore. Se quindi accusiamo battito cardiaco accelerato e tosse, strofiniamo il pollice circondandolo con l’altra mano per un tempo di 40 secondi; poi stringiamolo per 10 secondi e stiriamolo per altrettanti 10.

Indice

L’indice è collegato con stomaco e colon. Per combattere la costipazione o dolori addominali, dobbiamo premere forte e strofinare il dito indice per 60 secondi. Alla fine va stirato come fatto con il pollice.

Medio

Questo dito è legato all’intestino tenue, al cuore, al sangue e al sistema respiratorio; di conseguenza è legato a sintomi quali vertigini, nausea, insonnia. Se abbiamo questi disturbi stiriamo il dito medio per 10 secondi e poi strofiniamolo e stringiamolo per 50 secondi.

Anulare

Il dito anulare è legato all’umore. Per trattare apatia, tristezza, depressione ed altre condizioni mentali, può essere massaggiato per due minuti consecutivi.

NON PERDERTI  Primi sintomi di Alzheimer: ecco i 10 segnali che devono farti preoccupare

Mignolo

Il mignolo è legato ai reni; si associa a dolore al collo, mal di testa e paura. Circondiamolo con l’altra mano e massaggiamolo per 2 minuti, poi stimoliamolo dalla radice alla punta.

Palmo

Infine il palmo della mano è legato al sistema nervoso. Per far fronte ad un evento emotivo intenso o allo stress possiamo allargare il palmo di una mano e stringere l’altra a pugno. La mano chiusa andrà strofinata sul palmo dell’altra mano, quella aperta, per 60 secondi. La tecnica va ripetuta con l’altra mano. Altro metodo: battere forte le mani per 10 volte.

Pronti? Ora verifichiamone l’efficacia!

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche:

Un articolo di Redazione Spazio Donna pubblicato il 31/07/2018 e modificato l'ultima volta il 31/07/2018