10 modi per evitare il contagio da Coronavirus e stare al sicuro

Ormai non parliamo d’altro. L’epidemia da Sars-Cov-2, il Codiv-19, ha stravolto tutte le nostre abitudini e la strada per il ritorno alla normalità sembra ancora troppo lunga anche solo per poter fare previsioni. Ma come evitare il contagio da Coronavirus?

Sappiamo che la situazione dorebbe essere ormai sotto controllo. Dal decreto Io Resto a Casa del 9 marzo scorso siamo tutti imbottigliati dentro le nostre abitazioni e questo potrebbe anche bastare per evitare i nuovi contagi. La realtà, però, è un’altra. Le persone possono facilmente farsi prendere dal panico e pensare che ammalarsi sia inevitabile. Anche uscire per necessità, fare la spesa o acquistare medicinali, può portare all’adozione di qualsiasi misura, anche drastica o esagerata, pur di salvarsi.

Ma allora cosa fare? Prima di tutto è necessario ricercare ciò che dicono gli esperti e trovare le fonti ufficiali di informazione che ci permetteranno di stare al sicuro ed evitare il contagio dal Covid-19.

Ricapitoliamo in breve le strategie per rimanere in buona salute durante l’epidemia.

1. Come evitare il contagio: rimanere a casa

Una semplice osservazione ci aiuterà a capire l’importanza di questa regola. Un motivo per cui le persone tendono ad ammalarsi durante i mesi invernali è dovuto al freddo che spesso costringe le persone a riunirsi in spazi chiusi, facilitando la diffusione delle malattie. Se tu o una persona cara mostrate già segni di una malattia contagiosa, evitate di uscire in luoghi pubblici. L’isolamento domiciliare e la quarantena saranno necessari anche a chi convive con la persona ammalata: anche fare la spesa può essere fonte di contagio per gli altri.

2. Agire prima che compaiano i sintomi

Per le persone che sospettano di essere venute a contatto con il virus, è necessario adottare le precauzioni appena descritte anche se i sintomi del Coronavirus non si sono ancora mostrati. Dunque, sia per i soggetti asintomatici sia per quelli che manifesteranno i sintomi della malattia ma sono ancora nel periodo di incubazione del Covid-19, valgono le stesse regole indicate per le persone già manifestamente affette dal virus. Solo in questo modo la curva dei contagi da Coronavirus potrà abbassarsi considerevolmente.

NON PERDERTI  Stanchezza cronica: cause, sintomi e rimedi naturali

3. Disinfettare gli oggetti usati regolarmente

Proprio come le persone dovrebbero evitare di uscire in luoghi pubblici quando si ammalano, è altrettanto importante per chi è attualmente in buona salute evitare il contatto con gli altri, indipendentemente dal fatto che questi mostrino i sintomi della malattia. Questo accorgimento può sembrare superato, visto l’obbligo di restare a casa che incombe su ciascuno di noi. Ma ci sono ancora persone “costrette” a lavorare e ad uscire di casa quotidianamente; e in ogni caso, anche se le tue uscite si limitano al reperimento delle provviste alimentari, è necessario disinfettare regolarmente gli oggetti che tocchi frequentemente a casa o nel tuo ufficio. In questo modo, se qualcuno intorno a te è stato contagiato non dovrai temere il contatto diretto. A prescindere da quanto vive il Coronavirus sulle superfici, le buone norme devono essere adottate costantemente.

4. Evitare il contagio: cuocere correttamente carne e uova

Il cibo può contenere batteri tossici possono far ammalare le persone che lo toccano o lo mangiano. La maggior parte degli alimenti, in particolare carne, pollo, pesce e uova, deve essere cotta correttamente per uccidere quei batteri. Normalmente, gli alimenti dovrebbero essere cotti a circa 75 gradi Celsius o a temperature più elevate.

5. Evitare il contatto con animali selvatici o da allevamento

Molti animali possono trasportare germi dannosi che possono causare una varietà di malattie nelle persone. Conosciute come malattie zoonotiche, possono essere trasmesse toccando animali che trasportano questi tipi di germi, mordendosi o anche vivendo nella stessa area dell’animale. Gli animali da allevamento, così come gli animali selvatici, possono essere pericolosi per l’uomo, specialmente in caso di epidemia. Non sono note le possibilità di trasmissione del nuovo Coronavirus dagli animali alle persone. In ogni caso, se entrare in contatto con loro è inevitabile, è meglio lavarsi e disinfettarsi le mani dopo averli toccati o essere stati nelle aree in cui vivono.

NON PERDERTI  Le otturazioni in amalgama vanno rimosse? Pro e contro

6. Lavare immediatamente gli asciugamani

Molti di noi sono abituati a riutilizzare lo stesso asciugamano o ad avere lo stesso asciugamano personale, ma questo non è sempre sicuro. Gli asciugamani possono essere un terreno fertile per i germi. È importante che le persone lavino, puliscano e sostituiscano gli asciugamani nei loro spazi comuni, come nelle cucine e nei bagni. Per non parlare dei bagni pubblici: non usare mai le asciugamani o la carta che si trovano già in quegli ambienti. Meglio prendere un proprio fazzoletto di carta.

7. Mantieni l’idratazione

Quando non ti senti bene, il tuo corpo inizia a usare più liquidi del solito, quindi puoi disidratarti senza nemmeno accorgertene. In questo periodo bevi almeno 2 litri di liquidi al giorno, meglio se caldi: acqua, brodo, succo di frutta, latte o decaffeinato. Puoi anche succhiare cubetti di ghiaccio, ghiaccioli o usare un umidificatore. Evita le bevande zuccherate o contenenti caffeina.

8. Assicurare i materiali di consumo necessari

Se l’area in cui vivi presenta un focolaio di malattia, potresti non essere in grado di lasciare affatto la tua abitazione, neanche per le esigenze necessarie. Per essere preparati, potrebbe essere una buona idea fare scorta di cibo e acqua, per coprire un periodo di 2 settimane alla volta. Prova a trovare alimenti non deperibili, come cibi in scatola e a lunga conservazione, e impara le buone norme di conservazione degli alimenti. Fai largo uso del congelatore e assicurati anche di fare scorta di carta igienica, prodotti per la pulizia, fazzoletti, alimenti per animali domestici, articoli sanitari e qualsiasi materiale medico di cui potresti aver bisogno, come i farmaci.

9. Evitare il contagio: indossare guanti in pubblico

Come accennato, germi e virus vengono spesso trasmessi attraverso le mani. Indossare guanti e maschere chirurgiche può aiutare, ma dovresti indossarli correttamente. Per i guanti, è importante ricordare che puoi portare germi sulle mani quando rimuovi i guanti; dunque lava le mani accuratamente dopo averli rimossi, proprio come fanno gli operatori sanitari. Una buona idea è anche quella di lavare le mani mentre si indossano i guanti. Indispensabile è l’uso di un buon disinfettante mani a base alcolica. Inoltre, confronta i prezzi e le qualità per trovare guanti che tengono lontani gli agenti patogeni. I marchi più economici possono consentire ai batteri di passare attraverso il loro materiale.

NON PERDERTI  Esercizio della tavola, più efficace di 1000 addominali per ottenere una pancia piatta

10. Attenzione alle mascherine

In generale le mascherine sono utili, ma sono molte le persone che le utilizzano in modo errato. Per cominciare, la mascherina dovrebbe essere utilizzata da persone che hanno già i segni della malattia; tuttavia ormai è diventata prassi munirsi di mascherina anche perché sono molti i negozi che impediscono l’accesso senza questo utilissimo dispositivo di protezione. Le mascherine del tipo ffp2 e ffp3 sono particolarmente importanti per gli operatori sanitari. Quando una mascherina antivirus viene fornita con un lato colorato, questo dovrebbe essere il lato esterno ed è importante indossarlo correttamente per utilizzare il filtro. È anche importante sostituire regolarmente le maschere facciali dopo ogni utilizzo, nonché pulire viso e mani prima di usarle. Igienizzare le mascherine è possibile seguendo i giusti accorgimenti, ma andrebbero riutilizzate non più di tre volte.

E per finire diamo un suggerimento generale. Sappiamo che oggi più che mai circola in giro ogni tipo di informazione sull’epidemia in corso. Alcune di queste potrebbero essere errate o persino manipolate politicamente. Sta a ciascuno di noi assicurarci di utilizzare fonti affidabili e aggiornate. La parola d’ordine è verifica: assicurati che una notizia sia verificata da più di una fonte.

Quali sono gli altri modi in cui potresti evitare il contagio e stare al sicuro durante un’epidemia? Condividili con noi nei commenti!

Un articolo di Redazione Spazio Donna pubblicato il 23/03/2020 e modificato l'ultima volta il 23/03/2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *