Feng Shui: dovresti dormire con il letto rivolto a Nord?

Lotti per dormire o non riesci ad avere un sonno ristoratore? Per il Feng Shui il letto deve avere un preciso orientamento. Vediamo cosa dicono gli esperti sulla possibilità che cambiare la posizione del letto possa essere la soluzione.

Manteniamo fermo un punto: tutti vogliamo un buon riposo notturno e molti di noi fanno uno sforzo consapevole per aumentare questa possibilità. Che si tratti di evitare il troppo tempo davanti allo schermo prima di andare a letto, di dipingere le pareti della tua camera da letto di una tonalità calmante o di investire in un materasso di supporto, c’è tutta una serie di modifiche che puoi apportare alla tua routine quotidiana per migliorare la qualità del tuo sonno. Ma hai mai pensato di cambiare la direzione in cui guardi a letto?  

Anche se può sembrare inverosimile, molte antiche tradizioni affermano che sdraiarsi con i piedi rivolti a nord può aiutarti a dormire meglio. Recenti ricerche, inoltre, supportano questa teoria.  

Ma, prima che tu ti impegni a cambiare la disposizione del letto o ad approfondire il discorso dei colori Feng Shui camera da letto, abbiamo chiesto ad alcuni esperti del sonno se ci sono prove sostanziali a sostegno di questa affermazione.  

Feng Shui letto: quale posizione?

La teoria della posizione del letto a nord non è universale. Secondo altre pratiche di medicina orientale, dormire con i piedi rivolti a nord e la testa rivolta a sud è la posizione migliore per dormire bene la notte. Attingendo alla mitologia indù, il concetto deriva dall’idea che gli organismi viventi sono progettati in armonia con l’energia dell’universo e quindi il corpo umano ha i suoi poli nord e sud proprio come la Terra.  

NON PERDERTI  Feng Shui: usa questi colori per attirare l'amore in casa

Ciò significa che alcuni credono che il campo magnetico terrestre possa influenzare la qualità del sonno. Pertanto raccomandano di provare ad allineare la testa nella stessa direzione del campo magnetico quando si va a letto per migliorare la qualità del sonno

Mentre alcuni studi hanno dimostrato che dormire in questa direzione da sud a nord può abbassare la pressione sanguigna (migliorando così il sonno), non ci sono molte prove scientifiche a sostegno dell’affermazione.  Non sembra necessario dormire rivolti in una direzione specifica e non ci sono prove scientifiche che dormire rivolti a nord abbia particolari benefici. Insomma, se hai difficoltà a dormire, è improbabile che la direzione in cui dormi sia una causa. 

 La direzione in cui dormi è importante 

Detto questo, però, potrebbe esserci qualche vantaggio nel cambiare orientamento del letto, sebbene non sia necessariamente correlato al campo magnetico terrestre. Invece, ha più a che fare con il tuo comfort personale.  

Nella misura in cui la direzione che guardi durante il sonno è importante, sarebbe in relazione a quanto ti fa sentire calmo o sicuro la posizione del tuo letto. Posizionare il letto lontano da porte e finestre, ma comunque in vista di questi punti di accesso, può potenzialmente promuovere un senso di sicurezza. Tutto questo può aiutarti a rilassarti, un ingrediente necessario per addormentarti. Si suggerisce anche che il letto dovrebbe essere in una posizione dominante nella stanza che non è direttamente in linea con la tua porta.  

NON PERDERTI  Feng Shui: questi 4 colori sono i migliori per dipingere la camera da letto

C’è anche il fattore della luce naturale della camera da letto, poiché ottenere la luce naturale del mattino è così importante per dormire bene la notte e migliorare il ritmo circadiano. Anche guardare il letto verso una finestra per aiutarti a ricevere più luce mattutina, come una finestra a est, sarà utile.  

Cambiamenti da apportare per migliorare la qualità del sonno 

Se hai dormito male la notte, la linea di fondo è che la direzione in cui dormi probabilmente non è il vero fattore aggravante. Prima di impegnarti a modificare la disposizione della tua camera da letto per provarla, ci sono tutta una serie di altri piccoli cambiamenti che puoi apportare in camera da letto che aiutano a migliorare il sonno.  

Trasformare la tua camera da letto in una specie di santuario del sonno è la chiave per aiutarti a riposare e ricaricarti. Prendi in considerazione l’idea di riordinare il tuo spazio, scegliere biancheria da letto e indumenti da notte comodi e assicurarti che la tua camera da letto abbia un profumo invitante.  

È anche una buona idea mantenere fresca la tua camera da letto, o leggermente più fresca rispetto al resto della casa, per aiutarti a dormire la notte.  Abbassare le luci circa un’ora prima di dormire può anche aiutare a stimolare il ciclo naturale del sonno del tuo corpo. Assicurati che la tua camera da letto sia confortevole e priva di distrazioni come luci intense, elettronica e interruzioni dovute al rumore esterno. Adottare misure come queste può aiutare a migliorare la qualità complessiva del sonno indipendentemente dal modo in cui ti trovi a letto. 

NON PERDERTI  8 piante feng shui che attraggono ricchezza e fortuna nel 2023

Se la tua biancheria da letto deve essere rinfrescata, vale la pena cercare come scegliere il materasso giusto per la tua posizione di riposo. Quando si crea l’ambiente ideale per dormire, non si tratta solo di ottimizzare la temperatura, l’umidità, il rumore e la luce.

Avere il materasso, i cuscini e la biancheria da letto giusti può anche aiutarti a sentirti rilassato e pronto per un buon riposo notturno. Non solo offrono il comfort e il sostegno di cui abbiamo bisogno durante il sonno. Svolgono anche un ruolo importante nella regolazione della temperatura corporea. Se dormi caldo, cerca un materasso che promuova un buon flusso d’aria intorno al corpo e non trattiene troppo il calore corporeo.  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *