Fratelli maggiori: i primogeniti sono più intelligenti

Da sempre ci si chiede se l’ordine in cui nascono i fratelli  influisca sul  carattere e sulla personalità degli stessi, e se ci siano differenze intellettive tra i fratelli maggiori e successivi.

Fratelli maggiori più intelligenti, lo dice la scienza

Una ricerca condotta dall’università Tedesca di Lipsia sembrerebbe confermare che i primogeniti siano più intelligenti, soprattutto se si tratta di sorelle. 

Questa ricerca ha coinvolto più di ventimila persone, quindi si ritiene sia molto veritiera per l’elevato numero di partecipanti. 

La ricerca però non è riuscita a fornire prove che l’ordine di nascita influenzi aspetti quali estroversione, stabilità emotiva o capacità di immaginazione. 

Piuttosto ha dimostrato che l’ordine col quale si viene al mondo influisce sull’intelligenza, sulla salute e sulle relazioni personali. 

I fratelli maggiori hanno la tendenza a essere più intelligenti di quelli nati dopo. Soprattutto di possedere una maggiore capacità di capire i concetti astratti e anche una maggiore capacità linguistica. 

Uno studio simile è stato realizzato anche da Peter Kristensen (che tra l’altro è secondogenito), ricercatore dell’Università di Oslo. Il quale ha analizzato i valori del QI dei fratelli, e ha verificato che questo diminuisce per i fratelli minori.

Fratello maggiore più intelligente. Questo è il motivo

Ma perché accadrebbe questo? Forse i migliori risultati dei fratelli maggiori sarebbero dovuti alle  grandi aspettative riposte in loro dai genitori. Il che li incoraggerebbe a impegnarsi di più rispetto ai fratelli minori, dedicando loro inoltre più risorse, cure e attenzioni 

NON PERDERTI  Cane dal volto umano, Nori diventa una star del Web

C’è però un vantaggio dei fratelli minori nel campo della salute. I fratelli maggiori, contraendo per primi eventuali batteri, renderebbero più forte il sistema immunitario dei loro fratelli più piccoli. 

In più si è dimostrato che i fratelli minori sono i più divertenti della famiglia.

Un articolo di Redazione Spazio Donna pubblicato il 09/09/2021 e modificato l'ultima volta il 16/09/2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *