Il fratello minore è il più divertente della famiglia, lo dice la scienza

Per quanto possano esserci somiglianze fisiche e caratteriali in una stessa famiglia, ognuno di noi ha precise qualità che lo rendono unico al mondo. Se hai un fratello, è probabile che siate molto diversi, anche se entrambi vivevate nello stesso ambiente familiare. Ma c’è una caratteristica costante o comunque tipica di un fratello minore? Secondo la Scienza, si!

Diciamo subito che ci sono molti piccoli e grandi fattori che ci influenzano costantemente. Bene: uno di questi, secondo gli psicologi, è l’ordine di nascita. Ma c’è di più: il più piccolo sarebbe anche il burlone della famiglia. In realtà, forse chi ha un fratello minore non aveva bisogno di conferme scientifiche, ma sa già che neanche riuscirebbe ad immaginare la propria vita senza i fratelli più piccoli.

Fratello minore o maggiore? L’ordine di nascita modella la nostra personalità

Da sempre si studia l’incidenza della composizione familiare sullo sviluppo della personalità. Da ultimo, lo psicoterapeuta Alfred Adler ha suggerito che l’ordine di nascita e la presenza di fratelli ci influenzano e svolgono un ruolo determinante sulla formazione della nostra personalità. Insomma, anche se i bambini sono cresciuti nella stessa famiglia e dunque in un ambiente simile, le condizioni psicologiche rimangono individuali e personalissime a causa del loro ordine di nascita.

Ma c’è di più. Secondo la ricerca, in pratica, il fratello più piccolo è jolly di casa, il figlio divertente che porta entusiasmo e allegria in ogni famiglia.

NON PERDERTI  13 cose disgustose che tutte le donne fanno e non lo ammetteranno mai

Molti ricercatori si sono interessati a questa teoria e la tendenza è ancora viva oggi. Uno dei recenti studi su questo tema è stato condotto da YouGov, una società britannica di ricerche di mercato. In totale 1.782 persone con più di 18 anni hanno partecipato a questa indagine. A ciascuno è stato chiesto di confrontarsi con gli altri fratelli in base ad alcuni parametri, come il livello di responsabilità, la calma, il modo di essere divertente o rilassato, nervoso o ansioso e simili.

Bene, volete sapere cosa ne è uscito?

Si è scoperto che una delle differenze più evidenti in questo studio è stata la sensazione di essere divertenti, che ha accomunato i fratelli minori. I bambini più piccoli in famiglia si sono dichiarati più divertenti dei loro fratelli (46%), oltre che più rilassati (47%) e più calmi (42%). I fratelli maggiori in famiglia, d’altra parte, sono considerati più responsabili (54%), più organizzati (54%) e più riusciti (38%).

Cosa influenza l’ordine di nascita?

I risultati della ricerca hanno messo in luce caratteristiche ben lontane da quello che potrebbe essere considerato un semplice luogo comune. I bambini hanno caratteristiche specifiche proprio per le dinamiche familiari che si creano nella maggior parte dei casi.

I ricercatori che hanno sviluppato questa teoria hanno suggerito che ogni bambino cerca un posto all’interno della famiglia ed è qui che la sua personalità prende forma. Per questa ragione, i primogeniti hanno il privilegio di trovare prima la loro collocazione e, di regola, definiscono il loro ruolo come responsabili e più consapevoli, cercando di compiacere i loro genitori e anche di sentirsi più responsabili rispetto ai loro fratelli più piccoli.

NON PERDERTI  10 modi rapidi per far sembrare le tue scarpe appena acquistate

Il fratello minore o comunque l’ultimo nato in famiglia, dunque, tenta costantemente di resistere allo “status” superiore del primogenito e cerca modi alternativi di autoespressione. Dal momento che i figli minori non possono essere ugualmente responsabili e obbedienti, sono portati a distinguersi in altri modi e spesso diventano più emotivi, creativi e divertenti.

Inoltre, spesso i fratelli minori avvertono la “superiorità” di quelli che si sono già appropriati degli strumenti utili alla loro crescita e magari lo sottolineano con espressioni come ma che ne sanno i 2000 e simili. Proprio per questo tentano di “compensare” la poca esperienza o le minori conoscenze con la loro immensa creatività.

Fratello minore o fratello maggiore… E quelli nel mezzo?

I bambini che occupano una posizione intermedia tra i loro fratelli non hanno mai avuto il privilegio di essere figli unici, come il primo, né hanno ricevuto la stessa attenzione ottenuta dal fratello minore. Ecco perché spesso possono provare gelosia. Molto probabilmente, questi sono i ribelli della famiglia, perché apprendono preziose abilità che li aiutano ad andare d’accordo facilmente con le persone, quindi sono spesso molto socievoli.

Essere figli unici, infine, è un caso diverso. Questi hanno tutta l’attenzione dei loro genitori e non devono condividerla con nessuno, quindi l’esperienza comune ci suggerisce che possano finire per essere piuttosto viziati. Allo stesso tempo, però, i figli ricevono tutto il sostegno richiesto, essendo circondati da persone più grandi. Il che li rende molto intelligenti e motivati, con un’alta probabilità di successo in futuro.

NON PERDERTI  Sei una mamma se... 20 caratteristiche tipiche delle madri

Hai fratelli? Che posto occupi secondo l’ordine di nascita? Hai caratteristiche particolari che differiscono notevolmente da quelle degli altri fratelli? Parliamone nei commenti!

Un articolo di Redazione Spazio Donna pubblicato il 21/02/2020 e modificato l'ultima volta il 21/02/2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *