Come gestire la rabbia e vivere felici

Chi di noi non si è mai arrabbiato nella propria vita? Ed è naturale arrabbiarsi: infatti, la rabbia è un’emozione salutare da esprimere anche se ci viene insegnato fin da bambini a reprimerla e a non mostrarla. Ma come gestire la rabbia?

Le regole sociali non gradiscono gli arrabbiati infatti, “non è educazione” o comunque un sottile giudizio di inefficacia e sconvenienza trapela sempre in tutti gli ambiti.

La rabbia è probabilmente l’emozione che più ci invade in questi anni difficili che il pianeta sta passando. Al di là di spiegazioni sociali o storiche, arrabbiarsi e sfogare questa energia forte che ci sentiamo dentro fa bene, magari non possiamo prendere a pugni il nostro capoufficio o andarcene sbattendo la porte davanti al professore di turno ma trovare dei sistemi alternativi di rilascio emotivo è alquanto salutare.

Il problema nasce quando lasciamo pervadere dal malumore tutto il giorno per un episodio accaduto al mattino, cioè inquiniamo i nostri rapporti e la nostra vita.
Tutte le emozioni compresse e trattenute generano col tempo disturbi psicosomatici ed è interessante scoprire che se ci si arrabbia tanto e spesso la nostra capacità di vedere si abbassa, come dire così non vedo ciò che mi irrita, oppure non digerisco quella situazione e mi viene mal di stomaco etc etc.

NON PERDERTI  Scegli la tua borsa preferita e scopri cosa rivela di te

Proprio per riconoscere ciò che succede dentro di noi e cominciare sciogliere il groviglio di emozioni che abbiamo nel profondo nasce l’Officina delle Emozioni. Un luogo fisico e teorico dove si possa lavorare, prendere in mano, districare la matassa che opprime e blocca la nostra vita.

Per esempio conoscete quali organi ed emozioni ombra sono collegati in Medicina Tradizionale Cinese?

Paura, shock – reni

Rabbia, frustrazione – fegato – cistifellea

Tristezza, perdita – polmoni

Dispiacere, dolore – cuore

Stress, sensi di colpa – intestino

Preoccupazione, ansia – stomaco

Malinconia, insicurezza – milza

Se si impara a lasciare andare la parte emozionale ombra si mette in risalto ciò che c’è di luminoso: è proprio una questione energetica, si allontana il buio semplicemente facendo luce e la vita si colora di altre sfumature, siamo alleggeriti e affrontiamo le stesse situazioni che ci sembravano insopportabili o irrisolvibili con un atteggiamento diverso e possibilista.

L’essere umano racchiude in sé tutto ciò di cui ha bisogno, spesso però si ha necessità di dare una pulita a quelle incrostazioni che sono diventate una falsa protezione dal mondo esterno, in realtà uno sguardo al nostro dentro potenziato e liberato da emozioni e pensieri disfunzionali è perfettamente sufficiente a farci andare avanti sereni e soddisfatti di noi stessi.

(Articolo di Claudia Ricci da  https://www.facebook.com/ProntoSoccorsoEmotivo/)

Un articolo di Redazione Spazio Donna pubblicato il 16/04/2017 e modificato l'ultima volta il 07/02/2020