Il linguaggio del corpo parla chiaro: significato dei gesti con le mani

I gesti con le mani che compiamo involontariamente hanno spesso un significato preciso e rivelano aspetti interessanti della nostra personalità. Ad esempio, sapevi che stringersi spesso il naso denota timidezza? Oggi analizzeremo i gesti più diffusi e cercheremo di spiegare questo particolare tipo di atteggiamenti per imparare a leggere il linguaggio del corpo.

Ogni giorno compiamo numerosi gesti con le mani e con le braccia. Ci servono per lavorare, per comunicare e prima di tutto per farci capire. Questi gesti non rivelano quasi nulla della nostra personalità, se non la nostra educazione, professione, levatura sociale. Esistono invece altri gesti che compiamo involontariamente, meccanicamente, che si possono considerare quasi dei “tic” e che denunciano particolari aspetti inconsci del nostro carattere. Eccoli.

Il linguaggio del corpo: gesti con le mani

Grattarsi la testa con le mani. Con questo gesto inconsciamente si esprime la difficoltà di comunicare con gli altri o di risolvere una tensione interiore.

Schiacciarsi il naso con il palmo della mano. Ripetere questo tic indica insicurezza ma anche nervosismo.

Stringersi il naso con l’indice e pollice. Denota un carattere timido, fantasioso e irrequieto.

Tirarsi la punta dei baffi. Rivela l’abitudine di astrarsi col pensiero e di stimolare l’immaginazione.

Tamburellare con le dita. È un modo di scaricare facilmente piccole o grandi tensioni.

Grattarsi l’orecchio. Si tratta di uno dei gesti con le mani maggiormente significativi. È tipico della persona scontenta che ha bisogno di affetto e soprattutto di calore umano.

NON PERDERTI  Gli occhi sono lo specchio dell'anima: cosa dicono della tua?

Stringersi il labbro con il pollice e indice. Indica sensualità delicata e desideri repressi.

Pollice indice e mignolo premuti contro la tempia o la fronte. La tipica postura del pensatore: denota lo sforzo di capire i moti dell’anima propria e dell’interlocutore.

Fare gli scongiuri. Quando il gesto di “fare le corna” si ripete spesso quasi meccanicamente, si possiede un carattere istintivo che emerge in maniera inconscia.

Sollevare le mani tenendo le palme verso di sé. Si tratta di un gesto che rivela soprattutto narcisismo, egocentrismo.

Unire pollice e indice così da formare in cerchio perfetto. Rivela carattere abile che tende a comandare usando le armi del sorriso e della persuasione occulta.

Stringere matite o cannucce tra pollice e anulare, sfregandoli leggermente. Indica una sottile sensualità molto spesso tenuta a freno.

Tenere la mano del partner con le punta delle dita. Indica un carattere dolce, tenero e romantico. Per approfondire il significato di questo gesto rivelatore del linguaggio del corpo, c’è uno studio completo sul modo di tenersi per mano.

Cosa significa gesticolare?

Siamo Italiani e questo modo di rappresentare quello che diciamo con i gesti ci appartiene decisamente. Vediamo allora da vicino cosa significa esprimersi con i gesti delle mani.

Gesticolare continuamente per sottolineare il senso di ogni parola. Solitamente è segno di temperamento esuberante e comunicativo, vitale ed emotivo.

NON PERDERTI  Tipi di naso e carattere: che significato nasconde il tuo?

Gesticolare in modo eccessivamente ampio e agitato. Denota isterismo, ansietà, confusione interiore, a volte invadenza o petulanza.

Gesti sobri e controllati. Nel linguaggio del corpo la gestualità sobria indica un carattere calmo, sicuro di sé, rispettoso e riflessivo.

Gesti impacciati e maldestri. Rivelano scarsa maturazione psicologica, infantilismo, ma anche insoddisfazione e timidezza.

Eccessiva immobilità. Non compiere quasi mai dei gesti indica inaridimento dell’anima e della mente; la persona che sta ferma in maniera innaturale può rivelare uno stato di apatia e di rifiuto che può anche essere patologico.

Il linguaggio del corpo: alzare le dita

Alzare il pollice verticalmente. Ripetere questo gesto vuol dire mettere in risalto la propria personalità e soprattutto le proprie doti.

Puntare l’indice in alto. L’indice è il simbolo dell’Assoluto, di Dio, secondo la kabbala ebraica. Tenerlo spesso alzato indica idee apodittiche, grandi aspirazioni, ricerche spirituali.

Alzare l’anulare. Rivela carattere sentimentale e bisogno di intimità. L’anulare, infatti, simboleggia kabbalisticamente la vita amorosa e non a caso su questo dito s’infila l’anello di fidanzamento e di nozze.

Alzare spesso il mignolo. Poiché il mignolo simboleggia la gente e il cambiamento, alzarlo spesso denota carattere eclettico, proteso verso le novità e l’evolversi degli eventi.

E tu quali gesti con le mani compi? La nostra interpretazione ti convince? Scrivici la tua opinione nei commenti!

Articolo unico coperto da specifico copyright. Tutte le violazioni saranno perseguite a norma di legge.

Un articolo di Redazione Spazio Donna pubblicato il 01/03/2020 e modificato l'ultima volta il 26/05/2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *