Arrivano i jeans tanga: hanno solo le cuciture e mostrano tutto

Moda: pensavate di aver visto di tutto? Dovrete ricredervi. L’ultima tendenza shock viene dal Giappone ed è stata presentata per la collezione primavera / estate 2018 dell’ultima edizione di Amazon Fashion Week di Tokyo. A lanciarla l’esordiente casa di moda giapponese Thibaut. Si tratta dei nuovissimi.. jeans tanga.

Il nome la dice lunga sullo stile “nude look” di questo capo d’abbigliamento che – a dire il vero – di abbigliamento ha ben poco. I pantaloni in questione, infatti, hanno solo le cuciture e l’abbottonatura, lasciando tutto il resto completamente scoperto. Compresi la lingerie e le parti intime.

Ma cosa sono i jeans tanga?

La particolarità del modello è stata arricchita dalla mancanza di rifiniture che hanno contribuito a creare, a parere di chi scrive, un effetto “morso di cane” senza precedenti. Per l’evento la modella ha indossato, “oltre” al jeans, un paio di scarpe da ginnastica e un body color carne che ha esaltato l’idea nude di base.

In realtà, a parte il nome, qui dell’idea di jeans è rimasto ben poco. Quantomeno se con questo termine ci si riferisce a quel capo intramontabile che ognuno di noi utilizza praticamente come jolly, che sta bene a tutti e si sposa con ogni stile.

Il pubblico apprezzerà? 

Provocazione o originalità a tutti i costi? Certo l’idea bizzarra non è passata inosservata e le immagini della sfilata hanno fatto il giro del mondo in poche ore. La pioggia di critiche che si è innescata lascia comunque qualche riflessione sulle nuove tendenze. Il jeans tanga si propone sulla linea di un solco già tracciato; ad esempio Vetements pochi mesi fa ha creato in collaborazione e Levi’s dei jeans con una cerniera sul sedere, da aprire per mettere in mostra il proprio lato B.

NON PERDERTI  10 modi rapidi per apparire sempre eleganti e ben curate

Se le linee di tendenza sono queste possiamo ben pensare che l’estate prossima questo particolarissimo “indumento” si troverà facilmente nei migliori negozi. Rimane solo una domanda: chi avrà l’ardire di indossarlo? Ci auguriamo che le amanti del genere abbiano almeno la decenza (fisico permettendo) di metterci sotto un paio di leggins. Brutto effetto comunque, ma salveremmo il ..salvabile!

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche: 

Un articolo di Redazione Spazio Donna pubblicato il 06/01/2018 e modificato l'ultima volta il 18/04/2018