Ma che ne sanno i 2000: 10 situazioni e cose che solo i nati prima del 1999 capiranno

Gli anni ’90 sono sicuramente uno degli ultimo decenni di cui poter essere nostalgici, proprio perché abbastanza recente. Eppure sono talmente tante le cose che sono cambiate da allora che, nonostante sia passato solo un ventennio, sembrano appartenere ad un’altra epoca. Insomma, rispetto a queste cose ormai passate sembra d’obbligo la celebre frase “Ma che ne sanno i 2000”.

Se anche tu sei cresciuto o hai vissuto negli anni ’90 ricorderai con nostalgia tutte queste cose; se invece sei nato successivamente, potrai chiedere a qualcuno di raccontarti la magia di quegli anni.

Ma che ne sanno i 2000: 10 motivi per dirlo

Ecco allora 10 cose che solo chi ha vissuto gli anni ’90 potranno capire.

1. Presentarsi a casa di qualcuno senza preavviso

Negli anni ’90 i cellulari non erano ancora alla portata di tutti, quindi per contattarsi bisognava telefonare. Ma anche le telefonate a volte diventavano costose, così diventava più facile recarsi a casa degli amici senza preavviso, magari facendo uno squillo dal citofono, per mettersi d’accordo per uscire.

NON PERDERTI  Offerta di lavoro imperdibile: ti pagano 1000 euro per provare il caffè

2. Telefonare a qualcuno da un telefono pubblico o da una cabina telefonica

I telefoni pubblici funzionavano a gettoni o con schede telefoniche che poi si collezionavano. Spesso il telefono pubblico era occupato da qualcuno e si faceva la fila fuori dalla cabina, poi, quando si entrava, si pigiava il bottone nella speranza che la persona precedente avesse dimenticato le monete o i gettoni.

E che dire dei messaggi d’amore o al contrario delle “peggio cose” lette nelle cabine del telefono? Spesso gli innamorati si lasciavano messaggi con il pennarello indelebile proprio all’interno della cabina preferita dall’amato. Vandalismo o nostalgia, sicuramente quei momenti hanno lasciato forti emozioni.

3. Affittare le videocassette

I ragazzi degli anni ’90 si riunivano per guardare un film, affittando una videocassetta; non esisteva NETFLIX né SKY. Spesso la videoteca era il luogo di ritrovo preferito dei pomeriggi degli adolescenti di allora.

4. Riavvolgere il nastro delle musicassette con la penna biro

I ragazzi degli anni ’90 ascoltavano le musicassette e spesso, per riavvolgere il nastro, usavano la penna a biro. CHi lo ricorda?

NON PERDERTI  Creata la prima bevanda analcolica che ti ubriaca, ma senza effetti collaterali

5. Aspettare una canzone alla radio per registrarla

Qui è proprio il caso di dirlo: ma che ne sanno i 2000! Negli anni ’90 si aspettava che passasse la propria canzone preferita alla radio per registrarla alla buona; non c’era SPOTIFY, né YOUTUBE. Spesso poi il brano rimaneva “tagliato” all’inizio o alla fine dalla voce dello speaker; ma che importava, se rimaneva impresso nella mente e nel cuore esattamente in quel modo?

6. Per vedere le foto bisognava stamparle

Le macchine fotografiche avevano il rullino e le foto costavano parecchio, per cui se ne scattavano poche. La cosa più “strana” per i nati nel 2000 è che solo una volta stampate ci si accorgeva se le foto erano mosse o fatte bene.

7. Erano gli anni delle telenovelas

Spopolavano in Italia le telenovelas dal centro America, e ogni pomeriggio tutte le donne anche le più giovani stavano davanti agli schermi televisivi per vedere le avventure della propria protagonista preferita.

NON PERDERTI  L'antica formula segreta della preghiera per togliere il malocchio

8. Fumare nei locali chiusi

Chi ricorda quando si poteva fumare indistintamente in tutti i locali, senza preoccuparsi della salute propria ed altrui? Non esisteva la sigaretta elettronica e tornare a casa anche per i non fumatori era come se se fosse rientrato un tabacchino ambulante. Certo non un bel ricordo!

9. Smontare l’autoradio

Sembra incredibile, ma negli anni ’90, quando si usciva dall’auto, si smontava l’autoradio e si nascondeva sotto il sedile.

10. Si usavano le biblioteche

Non si conosceva internet. Per leggere, fare ricerche o studiare si frequentavano le biblioteche e si acquistavano costosissime enciclopedie.

Aggiorneremo questo elenco con i vostri suggerimenti: aspettiamo nei commenti i vostri ricordi degli anni ’90!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *