Pulizia del colon: ecco il rimedio che elimina i residui tossici

Non tutti sanno che lo stato di benessere del nostro corpo dipende in larghissima parte dalla pulizia del colon. Infatti è proprio nell’ultima parte dell’intestino che i rifiuti transitano prima di essere eliminati dal corpo. Nel colon, detto anche intestino crasso, si possono accumulare feci, tossine e residui tossici, che devono essere espulsi per favorire la salute generale. Come assicurare allora una corretta pulizia del colon?

Va detto che la pulizia periodica del colon è una pratica importantissima che può addirittura salvarci la vita. Sgomberare il colon e condurre una vita sana aiuta non solo a stare meglio ma induce serenità, migliora il sonno, aiuta il corpo ad emettere odori più gradevoli.

La pulizia del colon, in realtà, ha effetti molto più profondi. Stimola le ghiandole addominali e del fegato, aiuta il pancreas, favorisce l’eliminazione di acne e previene patologie anche molto serie come il cancro. La pulizia intestinale è consigliata anche perché migliora l’assorbimento delle sostanze nutritive contenute nei cibi che assumiamo.

Perché bisogna assicurare la pulizia del colon?

La ragione è semplice. Spesso il colon accumula al suo interno rifiuti e materiali di scarto che rimangono depositati e non riesce ad eliminare completamente. Se il colon rimane pieno di scarti provoca problemi anche molto seri, come aumento di peso, intolleranze alimentari, carenze nutritive, stanchezza e mal di testa.

NON PERDERTI  Metti un limone vicino al letto prima di dormire: la tua vita cambierà

Le cause di questa condizione, che può sfociare in disbiosi intestinale, sono numerose e derivano soprattutto da abitudini di vita scorrette. Basta pensare all’assunzione esagerata di zucchero e di farine raffinate, alle combinazioni alimentari scorrette che infiammano l’intestino, alla mancanza di fibre nella dieta o alla scarsa assunzione di acqua.

Il frullato per la pulizia del colon  

pulizia del colon

Per aiutare il colon a liberarsi degli accumuli indichiamo oggi un frullato che aiuta a ripristinare la flora batterica intestinale. Tutti gli ingredienti sono efficaci per questa finalità: in particolare i semi di lino aiutano il transito intestinale, la verdura alcalinizza il corpo e aiuta la depurazione da virus e parassiti intestinali.

Ecco come si prepara. Servono:

  • 300 grammi di verdura a foglia verde (cavolo o spinaci);
  • 2 banane mature;
  • 2 cucchiai di semi di lino;
  • 115 mg di kefir;
  • 2 datteri;
  • 1 cucchiaino di cannella;
  • 200 ml d’acqua;
  • 1 cucchiaio di semi di chia.

La preparazione è semplicissima: si frulla tutto lasciando fuori soltanto i semi di chia. Questi verranno aggiunti alla fine, quando il composto sarà diventato omogeneo, e mescolati con un cucchiaio. Il frullato andrà bevuto una volta al giorno per 2 o 3 settimane. L’assunzione al mattino a stomaco vuoto è l’ideale.

Come sempre si tratta di rimedi naturali e non di strumenti di validità scientifica, che non sostituiscono in nessun caso un parere medico qualificato.

NON PERDERTI  Tartaro: 4 rimedi per eliminarlo completamente

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche: 

Un articolo di Redazione Spazio Donna pubblicato il 05/01/2018 e modificato l'ultima volta il 16/07/2018