Righe sulle unghie: perché si formano e come eliminarle

Le unghie, che solitamente hanno un colore rosa pallido naturale, sono escrescenze composte da cellule morte e indurite. Contengono cheratina e proteine fibrose che il corpo produce naturalmente. La loro superficie è normalmente liscia, ma non sempre: hai mai notato righe sulle unghie?

Diciamo subito che le unghie possono subire alterazioni del loro aspetto per molteplici ragioni, che vanno dal trauma al deficit nutrizionale; che siano unghie ondulate o con righe verticali, si tratta in ogni caso di una sorta di avvertimento che qualcosa sta accadendo all’interno del nostro corpo.

Righe sulle unghie: cause

Diciamo subito che in presenza di ogni alterazione delle unghie è indispensabile rivolgersi a un dermatologo che saprà individuare il problema e, ovviamente, la soluzione. Cerchiamo però di capire le cause delle righe che appaiono sulle unghie, e, quindi, il modo per eliminarle in modo naturale.

A volte il problema è dovuto alla presenza di onicopatie; altre volte la situazione nasconde un cattivo stato di salute o, comunque, la presenza di disturbi che si rivelano anche negli annessi cutanei, come infezioni, traumi o patologie di varia natura.

Il fenomeno della onicoressi, vale a dire della comparsa di righe sulla superficie delle unghie, può essere dovuto a fragilità del letto ungueale, carenze vitaminiche, problemi alla tiroide e in definitiva alle cause più svariate.

Esistono però ipotesi molto comuni, quelle, in definitiva, che si verificano con maggiore frequenza. Le righe verticali sono naturalmente legate al processo di invecchiamento, quelle orizzontali rivelano solitamente una carenza di calcio o vitamine A e B e l’uso di antibiotici. Se l’unghia è anche gialla, una micosi è altamente probabile.

NON PERDERTI  Scoperta la proteina che fa crescere i tumori

1. Deficit di zinco

Lo zinco è un oligoelemento essenziale per molte funzioni del nostro corpo e anche per unghie forti e sane. La sua carenza può causare la comparsa di punti o linee orizzontali. Le unghie rigate saranno dunque un naturale effetto di questa condizione.

2. Righe sulle unghie e deficit di vitamina B12

In alcuni casi, l’aspetto delle righe verticali sulle unghie può essere correlato a una mancanza di vitamina B12. È importante avere una diagnosi medica della causa della carenza di questa vitamina; questa infatti potrebbe essere dovuta a una cattiva alimentazione (da migliorare con gli integratori) o ad una cattiva assimilazione di questo nutriente a causa di malattie più gravi del tratto intestinale.

3. Disturbi della circolazione

Le righe sulle unghie possono essere causate da una circolazione inadeguata del sangue a livello di arti inferiori. Alcuni sintomi di questo fenomeno sono la sensazione di pesantezza per diverse ore o la presenza di vene varicose.

La comparsa di alterazioni delle unghie dovute a queste cause può indicare che non vi è sufficiente afflusso di sangue ai piedi; in questo caso è necessario consultare uno specialista.

4. Malattie infettive con febbre alta

Processi infettivi di maggiore complessità, come polmonite o scarlattina, possono causare la comparsa di righe orizzontali sulle unghie; in questo caso accade che l’organismo ha dato priorità alla cura della patologia invece di continuare la crescita normale delle unghie.

NON PERDERTI  Coronavirus, ibuprofene e vitamina C: gli esperti fanno chiarezza

5. Psoriasi e unghie a righe

Questo disturbo della pelle colpisce diverse parti del nostro corpo. È stato osservato che la psoriasi può causare linee orizzontali di unghie; il fenomeno prende il nome di onicopatia psoriasica.

Sebbene, in teoria, la psoriasi non abbia una cura ufficiale, molte persone hanno osservato un notevole miglioramento optando per una dieta più equilibrata e sana e per una periodica depurazione intestinale.

Prevenire le righe sulle unghie

Ma come prevenire la comparsa di linee e righe sulle unghie?

Come sempre la dieta gioca un ruolo importante nel controllo di qualsiasi problema di salute. Il consumo di frutta e verdura a foglia verde fornisce vitamine del gruppo B, vitamina C e A, oltre a minerali come zinco, calcio, magnesio, fosforo e manganese. Elementi, tutti, che sono molto importanti per aiutare il processo di formazione delle unghie.

Per prevenire il fenomeno e migliorare la situazione delle unghie striate possiamo assumere zinco da alimenti come cacao in polvere, semi di anguria essiccati, arachidi, sesamo, zucca e suoi semi.

Importantissimo è consumare cibi antiossidanti che aiuteranno ad eliminare naturalmente le righe delle unghie. Quali? Aglio e cipolla, avocado, uva, pomodoro, limone, broccoli, curcuma, tè verde, noci, mele e peperoni. E per assicurarci di avere buone fonti di vitamina B12, possiamo incorporare uova, latticini, spirulina e lievito di birra.

NON PERDERTI  Coronavirus, tutti si chiedono qual è il periodo esatto di incubazione

Non solo. Bisognerebbe avere cura delle unghie anche salvaguardandole dall’uso di acqua molto calda, sostanze aggressive, detergenti per la pulizia della casa, solventi e chi più ne ha più ne metta. Un suggerimento? Indossare i guanti durante le faccende domestiche: le tue unghie ringrazieranno!

Consigli per unghie sane e senza striature

Ecco infine piccoli accorgimenti che ti permetteranno di avere unghie più curate e di prevenire i segni del tempo.

1. Devi asciugare le mani molto bene. L’acqua può danneggiare la cuticola; inoltre, aumenta il rischio di infezioni quando le unghie vengono mantenute bagnate.

2. Previeni le unghie incarnite, mantenendole corte e diritte.

3. Utilizza prodotti che non danneggiano lo strato di cheratina dell’unghia, poiché lo protegge dalle infezioni causate da funghi e batteri.

4. Mantieni una buona pulizia delle unghie: è importante rimuovere quotidianamente lo sporco che si accumula su di esse.

5. L’idratazione dell’unghia è importante; devi idratare le unghie ogni giorno con creme idratanti e nutrienti di buona qualità, oppure con il semplice olio d’oliva, di mandorle o di cocco.

Hai mai osservato imperfezioni sulle unghie? Raccontaci la tua esperienza nei commenti!

Un articolo di Redazione Spazio Donna pubblicato il 10/01/2020 e modificato l'ultima volta il 10/01/2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *