Tenersi per mano allevia il dolore: lo dice la scienza

Tenersi per mano non è solo un modo per stare vicini e sentire il contatto dell’altro, ma è un ottimo antidolorifico naturale. A rivelarlo è una recente ricerca svolta nell’Università del Colorado; lo studio, pubblicato su Scientific Reports, ha esaminato proprio gli effetti benefici del tenersi per mano, gesto frequente soprattutto per gli innamorati.

La ricerca

Sono state proprio 22 coppie tra i 23 e i 32 anni ad essere prese a campione. L’esperimento è consistito nel far provare alla donna un lieve dolore al braccio. Si è potuto verificare che se il partner era accanto alla donna e la teneva per mano il dolore diminuiva; se, al contrario, non la toccava, il dolore sembrava aumentare di intensità.

“Più empatia c’è con il partner, più forte è l’effetto analgesico e più alta è la sincronizzazione tra i due quando si toccano”. Così si è espresso l’autore dello studio Pavel Goldstein, ricercatore presso il Cognitive and Affective Neuroscience Lab di Boulder. Lo scienziato ha avuto ispirazione alla ricerca dopo aver vissuto la nascita della figlia in sala parto. Nell’occasione il medico aveva notato che il dolore della moglie si riduceva nel momento in cui la teneva per mano. Da qui l’idea di condurre una ricerca approfondita.

Sincronizzazione ed effetto analgesico

Il fenomeno è stato spiegato come una specie di sincronizzazione interpersonale che permetterebbe alle persone che si tengono per mano di far battere i propri cuori all’unisono e di regolare la respirazione. Nascerebbe da qui anche l’effetto analgesico, per l’attivazione di un’area associata al dolore come alla sensibilità e alle funzioni cardiache e respiratorie. In pratica l’effetto della sincronia va a toccare anche i sensi, come il dolore e il tatto. Dunque, un fattore che fino ad oggi è stato associato ad una fantasia tipica degli innamorati, trova così una validità scientifica.

NON PERDERTI  Le donne litigiose e nervose sono le migliori: starci insieme è un privilegio

Precedenti ricerche avevano già dimostrato che le persone che si amano entrano in sintonia anche sul piano fisico. In particolare, modificano postura e velocità del passo per adeguarsi all’altro. Persino se si guarda un film insieme o si canta, i cuori e i respiri tendono a sincronizzarsi. I nostri corpi in qualche modo sentono la vicinanza dell’altro e ne traggono beneficio.

Non resta che sperimentarlo!

 

Un articolo di Redazione Spazio Donna pubblicato il 23/06/2017 e modificato l'ultima volta il 26/06/2017